Recensioni Ebook

SVELATI GLI ARGOMENTI DEGLI EBOOK! Bugie, verità e alternative dal mondo degli ebook.

Dopo la prima parte della recensione de “La Torre di AdSense” continuiamo a vedere quali sono i “segreti” per guadagnare con AdSense.

GIORNO 2: “Come Progettare la Torre di AdSense”

Questo capitolo è abbastanza noioso per cui cercherò di andare veloce. In pratica spiega che per mettere degli annunci c’è bisogno di un sito web che può essere costruito con un CMS (Content Management System) o un blog che dovrà essere riempito con dei contenuti.

Qui le banalità si sprecano. I consigli sono di imparare l’HTML, acquistare un hosting e un dominio o usarne uno gratuito con dominio di terzo livello, comprensivo di linguaggio lato server, database MySQl, spazio web e banda, uptime garantito al 99%.

Si continua informando che necessita un client FTP (tipo Filezilla) per caricare i file sul server ed eventualmente un CMS gratuito che può essere:

Dire che per fare un sito bisogna studiare l’HTML e poi proporre tali CMS lo trovo un controsenso. Per gestire e amministrare queste piattaforme servono conoscenze ben superiori all’HTML e Filezilla!

L’autore dell’ebook prende in considerazione solo l’ultimo CMS in questione: ArticleMs.

In una sorta di guida passo a passo (che conosce bene chiunque abbia mai installato un CMS di qualsiasi tipo) porta il lettore nel caricamento e creazione del database. C’è anche una generica illustrazione delle sole funzioni principali di questo CMS.

Si passa poi a prendere in considerazione le piattaforme per i blog, da quelle pronte per i principianti a quelle da installare su un server.

Secondo Mauro De carlo c’è tantissima gente pronta a leggere quello che scrivi sia che parli di scacchi, di politica, degli eventi del giorno, della tua vita!.

RIDICOLO! Parlare del proprio gatto o delle proprie idee politiche senza avere argomentazioni VERAMENTE affascinanti probabilmente incontrerà 2 principali problemi: il primo è che potrebbero esserci già migliaia di siti che trattano lo stesso argomento e sarà difficile uscire nei motori di ricerca. Il secondo è che, forse, del vostro gatto non frega niente a nessuno. Se non siete dei luminari di un dato argomento non credo che ci sarà “tantissima gente pronta a leggere quello che scrivete“!

Tornando ai blog vengono consigliati WordPress e Blogger. Il primo è un CMS il secondo è un servizio gratuito già pronto con delle funzionalità preimpostate.

Per Blogger l’ebook ci guida nel settaggio delle varie (e semplici) impostazioni che possiamo trovare anche nel sito di Blogger stesso.

Per WordPress le opzioni sono due: utilizzarlo al pari di Blogger e aprire un blog con le funzionalità preimpostate, oppure scaricare i file e installarlo sul server che si è acquistato. La procedura è molto simile a quella degli altri CMS.

GIORNO 3: “Come rendere operativa la Torre”

Il giorno 3 si passa all’azione. I primi paragrafi sono dedicati a come creare un annuncio AdSense:

  • andare in “impostazioni AdSense”
  • scegliere “AdSense per i contenuti”
  • scegliere “solo annunci di testo” dato che sono i più cliccati
  • scegliere i colori e visualizzare l’anteprima dell’annuncio
  • assegnare un “criterio” come già spiegato precedentemente e dare un nome all’annuncio appena creato.

Ti viene così fornito il codice Javascript da inserire nelle pagine web. La stessa procedura si effettua per gli altri tipi di servizi AdSense.

Per diffondere i contenuti del sito viene suggerito di implementare Feed Burner, servizio gratuito di distribuzione dei feed della famiglia Google, il cui indirizzo dovrai pubblicizzarlo il più possibile e ovunque per avere iscritti.

Insieme ai Feed è necessario utilizzare anche Google Analytics per avere una panoramica dei visitatori, delle parole chiave con cui arrivano al sito, dei browser utilizzati nonchè delle pagine più visitate affinchè si possano concentrare maggiori sforzi su di esse e utilizzandole come test per vedere quali e che formati di annunci guadagnano più click.

Il segreto sta nel CTR…

Se con i feed si fidelizzano gli utenti già acquisiti, per trovarne di nuovi ci vogliono i motori di ricerca. Ogni giorno, nell’immenso ottimismo di Mauro De Carlo, il tuo sito che parla del tuo gatto potrebbe avere 100, 1.000, 10.000 o più visitatori che cliccheranno la tua pubblicità! Per quanto ottimista, Mauro De Carlo sa che non tutti cliccheranno sugli annunci AdSense per cui si lancia in cifre ipotetiche ma, secondo lui, raggiungibili:

se delle 10.000 visite giornaliere anche solo un 10% clicca sugli annunci, con una media di 0,15 cent a click potresti guadagnare 150 euro al giorno.

Scusate… ma nella prima parte della recensione de “La Torre di AdSense” non diceva che dovevano essere diversi dollari a click?

Rendendosi conto che forse un sito sul tuo gatto di nome Parnasso non può avere 10.000 visite (ma solo nel primo periodo, non disperate…), si cala la stima portandola a “soli” 5000 visitatori giornalieri. Per mantenere il “reddito” giornaliero basta raddoppiare il CTR e portarlo al 20% (il CTR è la percentuale di click in relazione alle visualizzazioni degli annunci). Raddoppiare il CTR è più semplice che raddoppiare i visitatori, dice.

… e nei motori di ricerca.

Per fare in modo che i maggiori motori di ricerca indicizzino il sito ci si dovrà preoccupare che esista nel web almeno un link diretto ad una nostra pagina. Molto importante è anche avere una sitemap possibilmente in XML, che dovrà essere caricata nella root quindi in www.tuosito.com/sitemap.xml . Se il CMS o blog non ha metodi di creazione automatica si può usare il servizio online su www.xml-sitemaps.com.

La sitemap va inserita nella root del sito per mezzo di un file chiamato robots.txt che dovrà avere il seguente testo privo di righe bianche alla fine:

user-agent: *
Sitemap: http://www.tuosito.com/sitemp.xml

Uno strumento per controllare se il file robots.txt funziona a dovere lo possiamo trovare su http://tool.motoricerca.info/analizzatore-robots.phtml.

Utilizzare Google Webmaster Tools e Yahoo! Site Explorer per inviare la propria sitemap.

Concludiamo qui la seconda parte della recensione invitandovi a tornare per leggere la terza parte inerente il quarto giorno. A detta di alcuni è il giorno più interessante dell’intero ebook.

Tags: -

Torna su
Torna su

Lascia un commento...

Torna su
Sponsors
Tutte le recensioni sono pubblicate in conformità della Legge 22 aprile 1941 nr. 633 Art. 70

Most Commented

About Me

There is something about me..

Twitter

    Photos

    Activate the Flickrss plugin to see the image thumbnails!