Recensioni Ebook

SVELATI GLI ARGOMENTI DEGLI EBOOK! Bugie, verità e alternative dal mondo degli ebook.

Ebook La Torre di AdSense terza parteProseguiamo con la terza parte della recensione “La Torre di AdSense”. Dopo aver scoperto i segreti di AdSense dei giorni 2 e 3, passiamo al giorno 4, che sembrerebbe il più impegnativo e ricco di contenuti.

Ecco in breve cosa c’è scritto:

Giorno 4: Trasformare la Torre in una miniera d’oro

Secondo l’ebook la base per far diventare AdSense una “miniera d’oro” sta nel testing! Testare e controllare. Partire con gli annunci posizionati in un modo scelto poi, ogni due settimane, variarne la posizione, o il colore, o il tipo di annuncio, o qualsiasi altra componente che dia una variazione ad AdSense.

Ogni modifica deve essere registrata su un foglio e confrontata con le due settimane precedenti per trovare il miglior CTR. Proseguire con nuove variazioni ogni due settimane. Se il CTR diminuisce significa che le nuove impostazioni non sono ottimali, se aumenta bisogna ugualmente modificare ancora senza fermarsi mai ed effettuando continui test per migliorare. Ovviamente i test hanno valenza solamente quando si ha un buon numero di visitatori e di impression degli annunci.

Posizionare gli annunci dove vengono visti

Secondo uno studio scientifico la pagina web viene letta diversamente da una pagina cartacea. L’occhio cade principalmente in 5 diverse aree:

Queste dovranno essere le posizioni iniziali dove inserire gli annunci prima di procedere alle altre variazioni di colore o posizione da testare. Le posizioni indicate sono decisamente diverse da quelle suggerite da Google  in questa mappa termica. Lo stesso Marco De Carlo, successivamente, ci indicherà le stesse posizioni suggerite da Google. Problemi di coerenza?

Si continua illustrando un metodo per tenere sott’occhio le variazioni del CTR utilizzando i rapporti avanzati di Google AdSense ed esportandoli in un foglio elettronico (Calc di Open Office o Excel di Microsoft).

Chi dovesse comprare l’ebook si troverà un po’ spaesato a leggere questo sistema. La pagina dei rapporti avanzati è leggermente variata dal 2008, anno di redazione dell’ebook, per cui non si troverà le stesse voci indicate nell’ebook. Ricordatevi quindi che i “criteri” oggi si chiamano “canali”. Il sistema indicato può essere interessante per chi ha poca dimestichezza con AdSense e vuole un metodo semplice ed efficace per tenere sotto controllo le variazioni del CTR e dei guadagni per click.

Non ci dilungheremo su questo metodo (ognuno potrebbe avere il suo o inventarselo). Se per voi conoscerlo vale il prezzo, comprate l’ebook.

Il trucco degli annuci: non farli sembrare tali!

A causa dell’assuefazione degli utenti alle varie pubblicità su internet, gli stessi ormai non fanno quasi più caso agli annunci. Il trucco quindi sta nel camuffare gli annunci in mezzo alla pagina cercando di non farli sembrare, appunto, annunci pubblicitari.

I formati migliori da utilizzare, rigorosamente solo testuali, sono:

  • rettangolo grande (336 x 280)
  • leader board (728 x 90)
  • skyscraper largo (160 x 600)

con il consiglio di non usare il bordo del box e utilizzare lo stesso colore di sfondo della pagina. Il titolo dell’annuncio dovrà avere lo stesso colore dei link usati nel sito, e il testo e l’URL dell’annuncio dovrà avere il colore del testo del sito.

Posizionare gli annunci in alto

Oltre ad avere un maggior guadagno per click (come spiegato nella prima parte della recensione) gli annunci andrebbero messi nella parte alta della pagina per poter essere visibili dall’utente appena la pagina viene caricata. Le migliori posizioni variano a seconda che il sito sia di contenuti, blog o forum. In merito viene fornita una mappa che potete trovare tranquillamente anche sulla guida di AdSense per i siti di contenuto, per i forum e per i blog.

Lo smart pricing

Lo smart pricing è un sistema automatico di AdSense che penalizza i siti che non convertono. In pratica se le tue pubblicità non si trasformano in vendite per l’inserzionista, il guadagno dei tuoi click sarà inferiore. Un buon articolo in merito lo trovate su creareblog.org dove tendenzialmente c’è scritto tutto quello che dice l’ebook. L’ebook consiglia anche di togliere gli annunci AdSense nei siti che non convertono bene (o hanno CTR basso)  in quanto penalizzano il CPC (guadagno per ogni click) totale dell’account.

Con lo smart pricing concludiamo la terza parte della recensione e vi invito a tornare per leggere il seguito e fare le vostre valutazione e lasciare un’opinione sull’ebook.

Nella quarta parte della recensione torneremo ancora a parlare di posizione degli annunci all’interno della pagina e degli strumenti online da utilizzare per avere un miglior rendimento con AdSense.

Tags: -

Torna su
Torna su

Lascia un commento...

Torna su
Sponsors
Tutte le recensioni sono pubblicate in conformità della Legge 22 aprile 1941 nr. 633 Art. 70

Most Commented

About Me

There is something about me..

Twitter

    Photos

    Activate the Flickrss plugin to see the image thumbnails!